banana spalsh dettaglio

Se non rompo qualcosa non sono contento… ( ogni doppio senso è lecito, ma dopotutto sono fatto così).

Dopo l’Airbag doveva esserci ancora qualcosa che potesse stupire con colpi di scena, infrangendo le normali barriere, austere, che spesso troviamo nei clienti che vengono a mangiare in un ristorante bistellato. Ma per chi già ci conosce ci apprezza anche per questo.

Il nuovo arrivato è frutto di un gioco di parole: il BANANASPLASH.

IMG_4862Ovviamente come si può già intendere dal nome è una reinterpretazione del classico banana split. Dolce americano inventato da uno studente statunitense dove si trova una banana tagliata per il lungo con gelati alla crema, cioccolato e fior di latte, panna montata, amarene e granella di varia natura. Ovviamente sarà pure un piatto goloso, forse un po’ stucchevole, ma già solo nel vederlo ti fa venire l’acquolina in bocca.

Pensando a come renderlo più Splash! Doveva avere un contenitore che al momento del servizio si rompesse e rivelasse il contenuto. Ed ecco così trovato il modo di presentarlo, una sfera che racchiude tutto, che si trasforma in una “bomba” lasciata cadere sul piatto, dove per far capire cosa accadrà c’è disegnata una X con un mou al caramello salato, un po’ come accade nei cartoon  per far capire che avverà un impatto in quel preciso luogo.

Oltre ad un effetto puramente scenico bisognava dargli anche sostanza, perché se ti fa dire Woow!! Per il colpo di scena, ma poi finisce tutto li non ha molto senso. Quindi bisognava equilibrarlo. Ecco così un concatenarsi di una serie di ingredienti.banana splash dall'alto

La banana si trasforma in un gelato caramellato, che col Pacojet si ottiene la consistenza di una soffice mousse fredda e golosa.

Per dargli un tocco più leggero e acidulo, una panna acida alla vaniglia fatta montare. Al posto delle amarene sciroppata, stucchevoli già solo a pensarci, delle fragole e dei lamponi. Ma sopratutto per controbilanciare tutto questo zucchero dei semi, di zucca, girasole e lino sabbiati con del fior di sale. Un contrasto che serve a ribilanciare e dare una croccantezza donata nella ricetta originale da granelle dai colori più disparati.

Quindi se vi troverete a tavola e vi vedrete servire un piatto molto minimal con una X disegnata sopra, non si tratta di un piatto super concentrato dai sapori mistici, ma guardatevi alle spalle che presto arriverà il vero dessert che se non preparati vi coglierà di sorpresa.

Eccovi servito il vostro BANANASPLASH!!!

About the author

Paolo Griffa

Paolo Griffa

  • Menù Pomodoro
    Menù Pomodoro
  • È nato prima l’uovo o ….
    È nato prima l’uovo o ….
  • Flower Power
    Flower Power
  • Menù piuma summer 2018
    Menù piuma summer 2018